Noi Spediamo
Consegna in 24/48 ore

IL RICORSO PER L'ECCESSIVA DURATA DEL PROCESSO - DANNO - PROCEDURA - INDENNIZZO

Stampa o scarica in PDF

IL RICORSO PER L'ECCESSIVA DURATA DEL PROCESSO - DANNO - PROCEDURA - INDENNIZZO


Aggiornato alla Sentenza
della Corte Costituzionale 19 febbraio 2016, n. 36
Altre info


Reparto Giuridico
Argomento Giuridico
Tipologia Libri
Autore Sirotti Gaudenzi Andrea
Editore Maggioli
Data Pubblicazione 13/apr/2016
Pagine 234
Collana ARBITRATO ADR PROCESSO CIVILE
N. Collana 4
Codice 9788891607003
Descrizione
Con la prefazione di Giuseppe Buffone

Il testo, con GIURISPRUDENZA, FORMULE, SCHEMI e TABELLE, è aggiornato alla sentenza della Corte Costituzionale 19 febbraio 2016 n. 36 e vuole essere uno strumento di ausilio per il professionista per affrontare le problematiche riguardanti l’eccessiva lunghezza del processo. L’analisi dei profili generali è essenziale, diretta, concisa, chiara.
Di particolare pregio è lo sviluppo dei temi processuali che offre una lucida fotografia del procedimento, con frequente richiamo a dottrina e giurisprudenza.
La Legge di stabilità 2016 ha modificato la cosiddetta Legge Pinto (L. 89/2001) mettendo a disposizione degli utenti del servizio pubblico di Giustizia, vari rimedi preventivi (nei vari tipi di processi: civili, penale, amministrativo, contabile) con finalità acceleratoria per la definizione della lite.
La Legge n. 208/2015 introduce una serie di rimedi preventivi, che la parte ha l’obbligo di attivare per ottenere l’indennizzo ai sensi della Legge Pinto. Di recente la Corte europea dei diritti dell’uomo (v. Corte Edu, 25 febbraio 2016, Olivieri e altri contro Italia) ha messo in evidenza la intrinseca contraddittorietà di questa legge: strumento astrattamente deputato ad “accorciare” i processi, ma rivelatosi in concreto ennesimo grimaldel- lo formale inidoneo a prevenire la irragionevole durata del rito.



Prefazione, di Giuseppe Buffone

Capitolo I
La legge n. 89/2001 e la previsione di una misura di indennizzo di fronte alle lungaggini della giustizia italiana: profili generali
1. Prolegomeni.
2. Analisi della legge n. 89/2001. 2.1. Premesse
3. Il procedimento

Capitolo II
L’«equa riparazione» secondo le previsioni della legge n. 89/2001
1. L’«equa riparazione» nelle fonti normative.
1.1. Premesse
1.2. I criteri indicati dalla Corte europea
2. I danni provocati dalla violazione del termine ragionevole di durata del processo
2.1. Considerazioni introduttive
2.2. Analisi della riforma del 2012: le indicazioni offerte dal Legislatore
2.3. Le modifiche del 2015: le cause di esclusione dell’indennizzo e le presunzioni circa l’assenza del danno
2.4. Segue: la quantificazione dell’indennizzo: i nuovi criteri

Capitolo III
La legge n. 89/2001 nel sistema della gestione delle controversie nazionali
1. Il quadro nazionale
2. La nuova mediazione e rapporti con la «legge Pinto»
3. La legge di stabilità per il 2016: le ultime modifiche alla legge n. 89/2001

Capitolo IV
L’eccessiva durata del processo civile
1. Considerazioni introduttive
2. Particolari ipotesi.

Capitolo V
L’eccessiva durata del processo penale
1. La riforma dell’art. 111 della Costituzione e la legge n. 89/2001: le nuove garanzie applicabili al processo penale
2. Analisi della legge n. 89/2001.
3. Analisi di casi concreti

Capitolo VI
L’eccessiva durata del processo fallimentare e delle altre procedure concorsuali
1. Profili normativi
2. Aspetti operativi

Capitolo VII
L’eccessiva durata del processo amministrativo
1. Premesse
2. La disciplina specifica

Capitolo VIII
L’applicabilità della legge n. 89/2001 nell’ambito dei procedimenti tributari: questioni controverse e soluzioni pratiche
1. L’irragionevole durata dei processi come vizio di un sistema giurisdizionale
2. Ragionevole durata del processo e il processo tributario

Capitolo IX
La riforma della legge n. 89/2001: dubbi e critiche
1. Cenni introduttivi.
2. Il nuovo regime dei rimedi preventivi.
3. Il diritto all’equa riparazione.

Appendice normativa

Giurisprudenza

Massimario

Formulario
24,00 €